DIRETTORI

Cem Mansur

Direttore d’orchestra

 

Nato ad Istanbul, Cem Mansur ha studiato musica a Londra, presso la City University di Guidhall School of Music and Drama. Più tardi ha studiato presso il Los Angeles Philharmonic Institute con Leonard Bernstein.

Il Maestro Cem Mansur guarda al ruolo del direttore d’orchestra come ad una figura fondamentale nella società odierna, in particolare ora nel mondo post-pandemico, per riuscire a ridefinire la musica dal vivo come un momento di socialità maggiormente inclusivo, che diventi mezzo di una reale integrazione culturale.

Mansur è convinto dell’importanza della musica come potente strumento per influenzare un cambiamento sociale. Attraverso il suo progetto “The Laboratory of Democracy” (costituito anche da sessioni di prove aperte a tutti) Mansur coinvolge sia le orchestre che il pubblico per confrontarsi su diversi temi come la coesistenza, i diversi livelli di leadership, la natura dell’autorità, delle responsabilità individuali e collettive, oltre alla differenza tra l’ascoltare e il sentire, tra il guidare e il seguire. Le sessioni esplorano i concetti di base della democrazia: il valore individuale, le leggi dettate dalle maggioranze e i diritti delle minoranze, i compromessi, la libertà personale e l’eguaglianza prima della legge, tutto analizzato sfruttando l’orchestra come un modello di società in miniatura. Il lavoro di Mansur sul ruolo della musica come strumento costruttore di pace ha trovato espressione grazie anche alla direzione delle orchestre greco-turche e turco-armene nel corso degli anni.

Mansur ha diretto la Istanbul State Opera tra il 1981 e il 1989. Ha condotto numerose orchestre e compagnie d’opera in Olanda, Francia, Italia, Repubblica Ceca, Romania, Ungheria, Germania, Svezia, Spagna, Messico, Israele, Croazia, Polonia, Sudafrica, Finlandia, Albania e Russia, dove è stato ospite del Teatro Mariinsky dove, tra le altre opere, ha diretto la prima assoluta di “Madama Butterfly”.

Tra il 1989 e il 1996 è stato Direttore principale della City of Oxford Orchestra e nel 1998 Direttore artistico della Abank Chamber Orchestra (finché l’orchestra non è stata sciolta nel 2011), dove ha esplorato il repertorio in grandi programmi innovativi e ha curato festival tematici con focus storici e identitari attraverso il tema della musica.

L’impegno di Cem Mansur con i giovani musicisti ha trovato espressione nella fondazione della Turkish National Youth Philharmonic Orchestra nel 2007. L’orchestra è cresciuta stabilmente a livello internazionale con performance in luoghi prestigiosi quali il Beethovenfest a Bonn, BOZAR a Brussels, Brucknerhaus Linz, Konzerthaus Berlin, Konzerthaus a Vienna, Prague Rudolfinum, la Sala Santa Cecilia a Roma e il Ravello Festival. Il lavoro dell’orchestra è stato trasmesso anche da Arte, Bayerischer Rundfunk e Deutsche Welle.

Fra le Orchestre che ha diretto: Moscow Virtuosi, Helsinki Philharmonic, Britten Sinfonia, Royal Philharmonic Orchestra, English Chamber Orchestra, London Mozart Players, City of London Sinfonia, BBC Concert Orchestra, George Enescu Philharmonic Orchestra (Bucharest), Concerto Grosso Frankfurt, Mexico City Philharmonic Orchestra, Torre del Lago Puccini Festival e Holland Park Opera Festival di Londra, dove è stato responsabile di quattro produzioni nel corso di cinque anni.

Cem Mansur si è esibito con molti artisti solisti fra cui Murray Perahia, Salvatore Accardo, İvo Pogorelich, Janos Starker, Midori, Moura Lympany, Dmitri Alexeev, Barry Douglas, Stephen Kovacevich, Mikhail Rudy, Julian Lloyd-Webber, Galina Gorchakova, Christian Lindberg, Hakan Hardenberger, Sergei Nakariakov, Dimitris Sgouros, Evelyn Glennie, Natalia Gutman, Alexander Toradze, Antonio Meneses, Shlomo Mintz, Alice Sara-Ott e Sharon Bezaly.

Il repertorio di Cem Mansur include molte opere inusuali. Ha diretto la prima performance dell’opera incompleta di Elgar “The Spanish Lady” a Londra e la prima esecuzione (dopo la prima nel XIX scolo) dell’opera “Whittington” di Offenbachhad al City of London Festival nel 2000.

Nel maggio 2010, Cem Mansur ha diretto la prima mondiale di “Veni Creator” di Arvo Part in Polonia. A questa esecuzione ha poi fatto seguito la prima europea della Sinfonia n.4 del compositore con la Helsinki Philharmonic Orchestra in Finlandia. La performance è stata altamente apprezzata dal compositore tanto da aver poi suggerito Cem Mansur a diversi festival per eseguire la sua musica.

Mansur è presidente della Ipswich Choral Society, la seconda più antica istituzione di questo genere in Inghilterra.

Cem Mansur parla fluente in Inglese, Francese, Tedesco e Italiano, il che lo rende un comunicatore e direttore d’opera altamente efficiente.

 

“He always left room for expressivity while textures were finely judged to enhance the composer’s inspired orchestration. Cem Mansur is a talent to watch.”
(Eugene Onegin in London) Opera magazine

“An assiduous reading by Cem Mansur and the Royal Philharmonic had that feeling for tempo and nuance that lets the music do the work”
(Don Giovanni in London) The Times

“The performance was one of exhilarating grandeur. The orchestra is in sparkling form under his baton.”
Oxford Times

 

Questa biografia non può essere modificata senza consenso

 

GENERAL MANAGEMENT
Alessandro Panetto Management
Via Rovereto, 8/A
36030 Costabissara (VI) – Italy
tel./fax: 0039-0444970612
alessandro@apmanagement.eu
www.apmanagement.eu

 

Scopri di più nel canale YouTube di Cem

Mon
Tue
Wed
Thu
Fri
Sat
Sun
April
April
April
April
April
April
1
2
3
4
5
6
7
  • Cem Mansur

    Cem Mansur

    21:00 -23:00
    May 7, 2022

    Orchestra Sinfonica di Sanremo
    Cem Mansur, direttore
    Filippo Faes, pianista
    Programma:
    E. Muratore “Zephir” Prima Assoluta; F. Liszt Fantasia in do maggiore “Wanderer-Fantasie” S 366, trascrizione per pianoforte e orchestra della Wanderer-fantasie, op. 15 di F. Schubert: L. van Beethoven Sinfonia n 5 in do min op 67

8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
  • Cem Mansur

    Cem Mansur

    20:00 -22:00
    May 27, 2022

    Istanbul State Symphony

    Musiche di Chabrier, Rodrigo, Tchaikovsky

28
29
30
31
June
June
June
June
June
Share This