MUSICA DA CAMERA

Quartetto Karol Szymanowski

 
Quartetto d’archi

 

Agata Szymczewska – violino
Robert Kowalski – violino
Volodia Mykytka – viola
Karol Marianowski – violoncello

Il 25° anniversario del Karol Szymanowski Quartet coincide con un anno di rinnovamento: con Agata Szymczewska, Robert Kowalski, Volodia Mykytka e Karol Marianowski, l’ensemble si presenta al mondo della musica in una nuova formazione e, tornando al nome originale, riallaccia anche il legame con le sue radici.

Sin dalla sua fondazione a Varsavia nel 1995, il Karol Szymanowski Quartet è stato caratterizzato dalla costante ricerca di nuove ispirazioni e da un’apertura all’imprevedibile; grandi musicisti hanno contribuito con le loro voci al suono del rinomato ensemble. Ancora oggi, i suoi membri sono uniti da una comune e straordinaria interpretazione della musica, un’ispirazione condivisa fondata sull’impegno per la musica polacca e il compositore polacco, Karol Szymanowski. La sua musica, con la sua immensa libertà e le infnite possibilità di espressione, esercita ancora oggi un forte potere di identifcazione sull’ensemble anche dopo 25 anni. Per i musicisti, con le loro radici polacche e ucraine, questa musica rappresenta sia la loro intensa devozione per le origini e l’identità, sia la volontà di oltrepassare i confni; aspetti che costituiscono la base della straordinaria carriera del quartetto.

Il Karol Szymanowski Quartet ha iniziato la sua formazione in musica da camera presso l’Università di Musica e Arti dello Spettacolo di Hannover con Hatto Beyerle, il quale ha riconosciuto da subito il livello professionale dell’esecuzione dell’ensemble. Altri importanti mentori sono stati Eberhard Feltz, Walter Levin, Alfred Brendel, Seiji Ozawa, così come i membri degli Amadeus, Emerson, Juilliard e Guarneri Quartets. Una master class con Isaac Stern a New York, che, dopo molte settimane di intenso lavoro, ha portato a concerti alla Carnegie Hall, è stata particolarmente formativa per l’ulteriore sviluppo del quartetto. Sono seguiti numerosi premi e riconoscimenti, ad esempio ai concorsi di Weimar, Hannover, Melbourne, Osaka e Firenze. A partire dal 2001, il quartetto ha benefciato di un abbonamento triennale al “New Generation Artists Scheme” della BBC.

Il Karol Szymanowski Quartet ha ricevuto un grande riconoscimento per il suo studio della musica di Alban Berg e per la prima esecuzione di opere dedicate al quartetto. Tuttavia, è stato soprattutto il loro lavoro come ambasciatori del quartetto d’archi di Szymanowski e della musica di compositori polacchi e dell’Europa orientale, tra cui Witold Lutosławski, Sofa Gubaidulina, Mieczysław Weinberg e Krzysztof Penderecki – con cui il quartetto ha avuto uno stretto rapporto di lavoro – che gli ha permesso di raggiungere i vertici della scena musicale internazionale negli anni successivi; un impegno che è stato onorato nel 2005 con il rinomato “Premio Szymanowski” e nel 2007 con la medaglia d’onore polacca. Questo impegno nei confronti delle loro radici musicali ha assunto un carattere speciale nel 2008 con la fondazione del “Lviv Chamber Music Festival”, un festival di musica da camera al confne tra Ucraina e Polonia. Su iniziativa del Karol Szymanowski Quartet, Lviv, patrimonio mondiale dell’UNESCO, è diventata per sette anni un luogo di incontro musicale e culturale per numerosi artisti ed ensemble, tra cui Gidon Kremer, Khatia Buniatishvili, Nicolas Altstaedt e Oleg Maisenberg, che sono stati invitati a partecipare a scambi culturali e concerti collettivi.

Il Karol Szymanowski Quartet è interessato principalmente alla creazione di connessioni e scambi oltre le epoche e i confni nazionali. Su questa base, i musicisti elaborano i loro programmi con grande entusiasmo ed esperienza, molto apprezzati dalla critica e dal pubblico. Sia che la musica di Korngold, Schoenberg, Stravinsky e Tansmann venga ascoltata in una sera, sia che le composizioni di Sofa Gubaidulina e Benjamin Britten siano giustapposte, l’ensemble riesce sempre a rivelare connessioni su più livelli in modo intelligente e stimolante.

Questo approccio si rifette anche nell’entusiasmante discografa del Karol Szymanowski Quartet, che include brani di Haydn, Dvořák e Shostakovich, oltre a numerose composizioni registrate raramente di Bacewicz, Zelenski, Zarebski, Friedman, Weinberg e Rózycki. Una serie in tre parti è dedicata alla musica di Karol Szymanowski nel contesto delle tre capitali della musica Parigi, Vienna e Mosca, le registrazioni più recenti includono “Les Vendredis”, una raccolta di quartetti d’archi di vari compositori russi, che sono stati eseguiti ai famosi concerti del venerdì della casa editrice Belaief alla fne del XIX secolo.

Lo stretto legame dell’ensemble con il suo pubblico si crea in particolare durante i numerosi concerti dal vivo eseguiti in tutto il mondo. Il quartetto è stato ospite in rinomate sale da concerto come la Carnegie Hall di New York, la Wigmore Hall di Londra, il Concertgebouw Amsterdam, il Vienna Musikverein, la Konzerthaus di Berlino e la Shanghai Symphony Hall e si è esibito ai festival internazionali del Rheingau, Schleswig- Holstein, Schwetzingen e Lockenhaus, nonché serie di concerti a Los Angeles, Parigi, Londra, Varsavia, Mosca, Cheltenham, Basilea e Perth.

In ogni concerto, il quartetto si mostra aperto all’imprevisto e all’imprevedibile, a nuovi impulsi e pensieri. E così, si crea sempre un’atmosfera unica e intima che ispira il pubblico di tutto il mondo e che ha accompagnato il Karol Szymanowski Quartet attraverso momenti di cambiamento per 25 anni.

  

Questa biografia non può essere modificata senza permesso

 

MANAGEMENT PER L’ITALIA
APM Alessandro Panetto Management
Via Rovereto, 8/A
36030 Costabissara (VI) – Italy
tel./fax: 0039-0444970612
Email: alessandro@apmanagement.eu
Web: www.apmanagement.eu

 

Scopri di più  www.szymanowskiquartet.com

 

 

«
»
Mon
Tue
Wed
Thu
Fri
Sat
Sun
April
April
April
April
April
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
June
June
June
June
June
June